Rose e fragranze fiorite

La Rosa Canina  è il fiore della bellezza per antonomasia. Simbolo di passione e sensualità, soavità e purezza, la rosa ha un’anima nascosta, espressione di raffinate emozioni. È lei la delicata messaggera dell’amore che conquista il cuore e seduce i sensi. Attraverso il più classico dei bouquet o soltanto con il suo intramontabile profumo.

La rosa canina è una specie spontanea e appartenente alla famiglia delle Rosacee; i cosmetici riprodotti e i loro utilizzi si ispirano ai principi dell’omeopatia figlia della fitoterapia classica, che utilizza gli estratti di fiori, foglie, radici o cortecce per ricavarne elisir utili al benessere e alla bellezza del corpo.  Secondo la farmacopea francese che regola questo tipo di preparazioni, le parti fresche raccolte, vanno triturate e messe a macerare per 21 giorni in alcool (45°-65°) e glicerina (sovente naturale più delicato dell’alcool che non deteriora questi elementi così teneri e delicati). Questo è il motivo per cui i gemmoderivati sono conosciuti anche come macerati glicerici o macerati glicerinati.  Estratti, oli essenziali ed elisir ricavati dalla fitoterapia sono validi stimolatori del corpo con effetti omeopatici che orientano il nostro organismo verso la via della salute sostenendolo e aiutandolo nel tempo grazie ad applicazioni costanti.

La caratteristica più conosciuta della rosa canina è l’alto contenuto di vitamina C (acido ascorbico) presente soprattutto nelle bacche (pseudofrutti); e questo spiega il suo grande potere antiossidante. Le applicazioni topiche di vitamina C possono contribuire a migliorare lo stato della propria pelle se afflitta da fenomeni di fotosensibilità, da discromie e cedimenti dovuti all’età, da cicatrici acneiche o da lesioni infiammatorie

Cenni storici

Questa pianta deve l’appellativo botanico Canina a Plinio “il Vecchio”, che raccontava di un soldato romano morso da un cane e guarito dalla rabbia, grazie all’assunzione di un decotto di radici, foglie e fiori di rosa selvatica. La rosa canina era già apprezzata per la sua efficacia nel rafforzare le difese dell’organismo contro infezioni e particolarmente contro il comune raffreddore e nel medioevo era comunemente usata in rimedi tradizionali per problemi alle vie respiratorie, e i frutti erano molto popolari nei dolci. Il suo impiego ha avuto un ruolo importante nella fornitura di Vitamina C ai bambini britannici durante la seconda guerra mondiale in sostituzione della fonte normale degli agrumi o alimenti vitaminici.

Fragranza e reminiscenze

Ogni fragranza conferisce significato alla personalità dell’individuo che la indossa e quello della rosa canina esprimere il concetto di bellezza, quello di eleganza o di purezza. Alla rosa pensiamo quando vogliamo ricordare l’amore passionale, quello che rapisce i sensi. A ciascuno dei suoi meravigliosi colori associamo un sentimento dominante, un pensiero discreto, un messaggio del cuore. «È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante», ricorda con saggezza naïf “Il Piccolo Principe”.